Pivot Point, strategia

Dopo aver visto cosa sono i Pivot Point ecco che vi spiegheremo oggi una semplice strategia da applicare alle opzioni binarie e di semplicissima applicazione. Il principio dei Pivot Point è più o meno lo stesso dei supporti e resistenze. Innanzitutto vediamo come si presentano i Pivot Point su un grafico:

pivp

Le linee orizzontali rappresentano i Pivot Point dove questi ultimo sono di fondamentale importanza per applicare la strategia in base al posizionamento dei prezzi su di essi.

La prima cosa che dovrete fare innanzitutto è inserire nel grafico principale lo strumento dei Pivot Point, se il vostro broker non ve lo permette usate il software MT4, come vi viene spesso suggerito, ed impostate come timeframe 1H, la scelta del timeframe è di fondamentale importanza quindi assicuratevi che sia di 1h o che comunque non abbia un arco temporale troppo elevato altrimenti rischierete di avere troppi segnali. Proprio per il fatto che usando questa strategia si possono verificare molti segnali è consigliato investire su più opzioni magari anche contemporaneamente e magari applicando anche il principio di diversificazione spiegato in un articolo precedente. L’unica cosa da tenere in considerazione però è quella di usare sempre scadenze orarie nelle opzioni. Vediamo ora come applicare questa strategia.

Piazzare un’opzione CALL, se il prezzo tocca un Pivot Point di supporto e poi torna indietro oppure penetra un Pivot Point di resistenza;

Piazzare un’opzione PUT, se al contrario di quanto detto prima il prezzo tocca un Pivot Point di resistenza e poi torna indietro oppure se penetra un Pivot Point di supporto.

Come avete notato come tecnica è molto semplice adatta soprattutto ai principianti. Nulla vi vieta però di utilizzare anche altri strumenti di analisi tecnica come il nostro bel stocastico, o il RSI e magari anche le medie mobili. Insomma ormai conoscete quasi tutti gli strumenti che possano indicarvi dei segnali per piazzare le vostre opzioni binarie vincenti e non vi resta altro che sbizzarrirvi nell’usarli anche tutti insieme per avere segnali più forti. Ora potete provare a iniziare a fare esperimenti utilizzando i Pivot Point.