Bitcoin Code: robot truffa?

Visto che in questo periodo si è affrontato il discorso della criptovalute e dei Bitcoin, si vuole proseguire ancora un po’ e parlare anche di Bitcoin Code che viene presentato come un robot di trading ideato e “venduto” come una imperdibile offerta per guadagnare tanto… e lavorare poco.

Bisogna fare attenzione, ed ormai i trader lo sanno, quando si propone qualcosa che non costa e fa lavorare “niente”, c’è nascosto senza ombra di dubbio un inganno. Questo sistema chiamato Bitcoin Code, ideato da un certo Steve McKay per la versione inglese e da tale Stefano Savarese per la versione italiana è una truffa e non si deve assolutamente rimetterci quattrini.

Ovviamente, la presentazione del robot Bitcoin Code racconta delle criptovalute e di quanto queste siano il futuro per le opzioni binarie ed azionarie e decanta quanti sono divenuti già ricchi facendo trading con questo robot. Ma attenzione, perché questa presentazione non ha nulla a che vedere con le Criptovalute di cui si è già parlato: si vuole raggirare qualche trader e convincerlo a fare un deposito sul sito di un broker di trading ovviamente non regolamentato. Purtroppo le notizie che sia una truffa già “girano” parecchio.

Già dall’inizio si può percepire che c’è una “fregatura latente”: quando si propongono metodi di arricchimento rapido… urge scappare. Tutte quelle presentazioni, come quella di Bitcoin Code, in cui si fanno vedere personaggi in vacanza con gente piena di soldi tra yacht di lusso e macchine di grande cilindrata, hanno tutte un unico denominatore: sono tutte presentazioni vietate dalla legge perché fanno vedere delle realtà che sono impossibili da raggiungere.

I testimonial del video, infatti, raccontano di aver guadagnato più di 400 mila euro con Bitcoin Code! Ma se ci fosse qualcuno che avesse guadagnato così tanto, lo andrebbe a dire in un video?