Cos’è Ethereum e quanto vale?

Ethereum è una criptovaluta nata recentemente e sta diventando famosa quasi quanto il bitcoin: si cercherà con parole semplici di spiegare cosa rappresenta Ethereum e si analizzerà questa moneta virtuale per capire se investire con questo asset conviene oppure… no. In realtà, è un progetto che è stato finanziato con una enorme raccolta fondi che è arrivata da ogni parte del Mondo ed è stato creato dalla Fondazione avente lo stesso nome, organizzazione senza fini di lucro svizzera.

Non tutti i broker, oggi, offrono il servizio di acquisto e vendita di criptovalute e coloro che lo fanno sono: Avatrade, Markets.com, Trade.com, 24option. Certamente, investire in Ethereum non è “cosa” da principianti e questo deve essere chiaro a tutti, sopratutto ai neofiti che si spera non si vorranno cimentare in questa impresa. E questo perchè Ethereum ha una elevata volatilità ed occorre, pertanto, esperienza per ottimizzare al meglio le operazioni di speculazione sul mercato.

Ultimamente, si parla alquanto di criptovalute anche in TV e molti italiani si stanno “cimentando” a fare trading con tali beni perché comprare direttamente criptovalute -e scambiare monete nazionali correnti- comporta la dichiarazione al fisco a seguito della nuova legge anti-riciclaggio. Il trading sulle criptovalute è molto più conveniente perché si pagano le tasse solo sui profitti finanziari provenienti dalla speculazione del trading online.

Dopo la nascita dei Bitcoin sono apparse altre valute digitali sul mercato. La seconda in grandezza ed importanza è Ether (ETH) piattaforma decentralizzata che gestisce i contatti in modo veramente intelligente: le applicazioni vengono eseguite in modo programmato, senza nessuna possibilità di inattività, né censura, né frode da parte di terzi individui.

Quindi Ether (eum) sta avendo un successo così eclatante che ha raggiunto un valore di capitalizzazione di oltre 16 miliardi di dollari, mentre il Bitcoint vale 26 miliardi. Coinbase ha già dato il suo supporto all’ascesa di questa criptovalita e grazie a questo sta per diventare non solo un mezzo di pagamento, ma anche piattaforma decentralizzata di contratti. Per questo, molto probabilmente, viene citata assai spesso come piattaforma per la creazione di software online.

Sulla piattaforma si possono stipulare contratti a lungo termine vincolanti che la differenziano oltremodo dal BitCoin: vengono chiamati “Smart Contract” o contratti intelligenti. La moneta digitale Ether (sui mercati ha la sigla ETH) è una valuta decentrata ed in teoria meno esposta a variazioni di mercato. L’offerta e la domanda di tale moneta possono, però, spingere il prezzo a delle quotazioni estreme, cosa peraltro già successa recentemente: in meno di pochi minuti il prezzo è balzato da 300 dollari a 10 cent. Per poi ritornare a 280 dollari: proprio per questo bisogna “mettere una attenzione estrema” in tale speculazione ed ascoltare il mercato per capire quando sia veramente il momento per comprare o vendere.

Markets.com permetterà di avere in tempo reale le opinioni di altri trader in modo da riuscire a comprendere qual’è effettivamente la tendenza del mercato, se in acquisto od in vendita: tale strumento è fondamentale in abbinamento alle proprie personali analisi.