Grafico Heikin Ashi nel trading online

Il grafico Heikin Ashi è molto simile al grafico a candele giapponesi, per questo motivo anche le sue candele avranno un valore di apertura e di chiusura, un massimo ed un minimo, ma in questo grafico hanno molta importanza le dimensioni delle candele così cone le loro ombre.

Nonostante il grafico Heikin Ashi si basi su candele giapponesi, non è purtroppo molto conosciuto e questo è veramente un grande peccato perché viene sopratutto usato per individuare i trend in corso, così come potenziali punti di inversione. È stato studiato e pensato per eliminare il “rumore dei prezzi”, ovvero tutte quelle oscillazioni che possono mettere in confusione i trader.

Se si guarda un grafico a candele giapponesi affiancato ad un grafico Heikin Ashi sembrano completamente diversi. Solo che con il grafico Heikin Ashi è molto più facile seguire un trend ed individuarlo, rispetto al grafico a candele giapponesi: questo è dovuto ad una particolare modalità di costruzione del grafico.

Uno degli utilizzi principali del grafico Heikin Ashi è quello per individuare chiaramente il trend in corso. Quando si sviluppa un trend nel grafico Heikin Ashi le candele del trend risultano essere tutte dello steso colore: verde quando si tratta di un trend rialzista, rosse in quello ribassista, ma ovviamente i colori possono variare in base alle impostazioni del grafico del momento.

Un’altra “positività” del grafico Heikin Ashi è che risulta più facile anche individuare potenziali punti di inversione del trend, cioè il momento in cui il trend ha perso la sua forza e sta per cambiare direzione (da rialzista a ribassista o viceversa). Quando nel grafico Heikin Ashi la lunghezza delle candele incomincia a diminuire, ed iniziano a comparire le “ombre” (sottili linee al di sopra ed al di sotto delle candele), questo indica un segnale di indebolimento del trend in corso.