Investire in oro con opzioni binarie

Perché? Come mai si dovrebbe prendere in esame di investire in oro con opzioni binarie anziché con altri assets o materie prime? Grazie alle ultime tecnologie si potrà approfondire il mondo degli investimenti nel metallo prezioso ed il confronto tra le opzioni binarie ed altri metodi per investire in oro.

Bisogna dire che nel mondo degli investimenti, raramente si può affermare che conviene investire su di un certo bene piuttosto che su altre previsioni: investire in oro, quanto meno apparentemente, rappresenta l’eccezione. Questo prezioso metallo è considerato “bene rifugio” per eccellenza, ma non soltanto oggi, anche in epoche assai remote, ed è capace di differenziarsi relativamente agli altri beni d’investimento più diffusi, per la tutela dall’inflazione e l’alta liquidità che lo contraddistinguono. Il valore dell’oro si mantiene elevato indipendentemente da tutto ciò che lo circonda e questo, insieme alla proprietà di “bene rifugio” regala all’oro la palma di investimento affidabile sia nel breve che nel lungo periodo.

Non basta dire che conviene investire in oro, si deve anche dire che può fruttare alti rendimenti. Esistono diverse modalità per effettuare un investimento: il più “antico” è il metodo dell’acquisto fisico, che si alterna alle più moderne forme di investimento in oro tramite le opzioni binarie, ETF e CFD. Investire in oro con le opzioni binarie è più conveniente rispetto agli ETF ed ai CFD, perché anziché limitarsi a replicare il prezzo dell’oro, offrono l’opportunità di trarre profitti di notevole entità nel breve periodo e, sopratutto, anche in caso di svalutazione del metallo, se questo è previsto dall’investitore.

CFD ed ETF sono, invece, strumenti che seguono fedelmente il prezzo dell’oro: le opzioni binarie consentono al trader di prevedere se, ad una determinata scadenza, il valore del metallo sarà più elevato od inferiore rispetto a quello dell’istante in cui si opera sul mercato.