L’analisi del volume nei prezzi = guadagno!

L’analisi più antica presente sul mercato finanziario è, indubbiamente, l’analisi del volume nei prezzi nel trading: nel trading, infatti, non accade mai nulla di nuovo e quello che funzionava un secolo fa, continua imperterrito a funzionare ottimamente anche ai tempi attuali. L’analisi del volume nei prezzi è una di queste certezze e non arriverà mai il momento in cui questo non svolgerà più un ruolo primario.

La cosa straordinaria dell’analisi dei volumi è che può essere applicata ovunque e, sopratutto, da chiunque: funziona sul mercato azionario, obbligazionario, sulle materie prime, sulle valute. Insomma, su qualsiasi tipo di mercato: si può applicare da parte di un trader di lungo periodo, di breve periodo, da un trend trader, uno swing trader. Praticamente, in ogni e qualsiasi trading l’analisi del volume è fondamentale per qualsiasi approccio finanziario si voglia affrontare.

Ora, basterà spiegare una legge fisica come la terza legge di Newton ed applicarla al trading. Ad ogni forza ne corrisponde una uguale e contraria e con tale ragionamento questa legge può essere “tradotta” così: ad ogni sforzo corriponde un risultato. Cosa significa?

Significa che se si vede un trend su di un grafico, in qualunque direzione vada, questo sarà sicuramente causato da un’azione originaria, da uno “sforzo”. E questo sforzo è la compravendita di titoli finanziari che creerà volumi e permetterà al mercato di muoversi: se un trend (risultato) non viene accompagnato da adeguati volumi (sforzo) significa che qualcosa non va ed è bene prima di entrare sul mercato, capire cosa sia.

Se noi, infatti, riusciamo a capire in che direzione “gli specialisti” stanno tentando di spingere il mercato, potremmo seguire il loro flusso di danaro e sfruttare i movimento e lo potremmo fare esclusivamente analizzando i volumi, ma prima ci potremmo anche domandare perché nessuno interviene a fermare la manipolazione del mercato.