Cose da sapere sui broker di opzioni binarie

Il modo perfetto di fare trading con le opzioni, il forex, i CFD e le criptovalute richiede conoscere perfettamente le condizioni di trading del proprio broker, Oltretutto, esistono anche delle cose da sapere sui broker di opzioni, CFD e cripto: sopratutto, bisogna essere certi che il broker scelto paghi esattamente. Quello che si vuole esaminare è IQ Option.

Questo broker russo ha deciso di intraprendere, nel 2014, la strada del trading con le opzioni binarie in un modo del tutto originale: infatti, sino a quel momento la categoria operava poco sul mercato binario e pochissimi erano regolamentati ed autorizzati ad operare in Europa. Quasi nessuno offriva una demo senza deposito e nessuno voleva far provare la piattaforma binaria prima che il cliente effettuasse la registrazione ed il primo deposito.

A far data da questa estate il broker offrirà le seguenti piattaforme:

. opzioni digitali e turbo

. opzioni binarie piattaforme desktop Mac, PC, Linux

. CFD, azioni, indici, materie prime, ETF, senza scadenza

. nuova piattaforma Forex coppie di valute in trading online

. criptovalute

. App mobile per iOS ed Android

. borsa Exchange di criptovalute

Importante tra le cose da sapere sui broker opzioni, CFD e cripto è sopratutto chi è senza licenza e senza autorizzazione, ma opera ugualmente in Europa e quindi in Italia. Ma i broker regolamentati sono sempre più attenti a non incorrere nelle multe degli Enti di controllo che arrivano a punire “i cattivi” broker con ammende fino a 300 mila euro.

Ora, si deve ritornare a focalizzare l’attenzione sulle cose da sapere sui broker di opzioni, CFD e cripto prima di aprire un conto o registrarsi: la prima cosa è senz’altro la paura di non poter prelevare i profitti generati sul proprio conto di trading. Bisogna tenere presente, poi, che la regolamentazione contro il riciclaggio del danaro è stata creata proprio per evitare che le transazioni online con i broker finanziari servano a spostare danaro da attività illecite verso conti puliti.

Infatti, questa è una delle attività criminali più combattute e l’Europa non vuole assolutamente che danaro proveniente da attività criminali possa entrarvi per ripulirsi. Per questo motivo, ogni broker deve effettuare il prelievo del danaro “all’indietro sul conto” che è stato generato dal deposito iniziale ed i profitti devono essere prelevati con un’altra modalità, come il bonifico bancario od un conto Skrill.

Un’altra delle cose da sapere sui broker di opzioni, CFD e cripto è come si possono ritirare i fondi durante il primo nostro prelievo: è fondamentale richiederlo tramite la stessa carta di credito o portafoglio elettronico con il quale si è fatto il deposito iniziale. Altrimenti sarà inutile e si perderà solo del tempo perché la richiesta verrà annullata.

Ed ecco un ultimo suggerimento non meno importante: l’ammontare del primo prelievo non può essere maggiore del deposito iniziale e questo è il motivo per il quale si consiglia di operare con Skrill, che non ha alcuna limitazione, e si può tranquillamente agganciare ad una carta VISA che si ha già, oltre che ad un conto bancario normale.