Opzioni binarie, forex e mercati

In quest’articolo vedremo la differenza fra opzioni binarie, forex ed i vari tipi di mercato, il mercato azionario ed il mercato delle commodity.

Il forex, come è noto, è il mercato finanziario più grande, quello che rende profitti più consistenti ed è quello che, di conseguenza, è preferito da tutti gli speculatori finanziari. É un mercato sempre aperto, tranne dal venerdì pomeriggio alla domenica sera.

Il forex è il mercato delle valute – in pratica si scambiano coppie di valute. Se si opera sul cambio euro / dollaro si può acquistare euro e vendere dollari, oppure viceversa. Quando si opera sulle valute con le opzioni binarie, si deve indicare invece quale valuta si rafforzerà, secondo il giudizio personale, entro la scadenza di un determinato tempo – è questa la differenza fra opzioni binarie e forex.

Parliamo anche del mercato delle commodity. Una commodity è una materia prima non deperibile e, sopratutto, vendibile in modo standardizzato. Una delle materie prime più tipiche è indubbiamente il petrolio che si vende in barili di cui esistono qualità differenziate. Con le opzioni binarie, fare trading con le commodity significa prevedere l’andamento del prezzo di quelle principali: oro, argento, petrolio, nuovamente cercando di capire se il prezzo salirà o sceglierà in un determinato lasso di tempo. Non si comprano barili di petrolio o oro!

Vengono messe a disposizioni anche su altre tipologie, ma è necessario valutare bene un eventuale investimento con commodity esotiche. Per le commodity principali sono disponibili analisi accurate, mentre per quelle meno diffuse potrebbero esistere dei problemi di reperire report o quanto altro possa servire.

Stessa cosa detta sopra per il mercato azionario, che è uno dei principali mercati regolamentati al mondo – quando si opera con le opzioni binarie non si acquista fisicamente un’azione, ma si indica se il prezzo di quell’azione aumenterà oppure diminuirà entro la scadenza della stessa opzione.

I migliori brokers di opzioni binarie mettono a disposizione solo opzioni sui titoli più grandi, noti a livello mondiale e ad elevatissima capitalizzazione. Invece, le piccole società sono escluse dalle opzioni binarie dato che più che offrire possibilità di profitto… offrono problemi.

Un ultimo suggerimento “prezioso”: per scegliere il mercato su cui investire e “rischiare” con le opzioni binarie, è indispensabile esaminare le proprie conoscenze dato che è sempre ottimale investire su di un mercato che si conosce. Un “minimo di conoscenza” bisogna averla: la si può anche acquisire in modo semplice, facile e non dispendioso rivolgendosi ad internet. Se non si conosce assolutamente alcun mercato, vale la pena di cominciare dalle opzioni binarie sulle valute, la cosa più semplice.

Quello che si è voluto consigliare con queste righe sono le varie possibilità che il mercato offre per le opzioni binarie, bisogna cercare quella che è più congeniale per noi e sceglierla. Bisogna informarsi acquisendo notizie online e poi bisogna mettere tutto in pratica “sfruttando” tutto il “proprio sapere” ed il personale “sesto senso finanziario”.