Prezzo del petrolio: opzioni binarie nel 2017

Oggi, si vuole dare un’occhiata al mercato del petrolio che è sotto la lente di ingrandimento da più di un anno: il suo mercato è crollato verso la fine del 2014 e da allora la sua discesa ha seguito un destino quasi inesorabile e, quindi, il prezzo del petrolio non può non essere attenzionato. Recentemente, il prezzo del petrolio ha toccato il suo minimo da dodici anni a questa parte e la maggior parte degli esperti ritiene che si sia “solo agli inizi” e la verità è che gli esperti hanno quasi sempre ragione.

Perché il petrolio è sceso di prezzo e perché, sopratutto, sta continuando a scendere? Come i traders di opzioni binarie possono “sfruttare” questa situazione? Le notizie che appaiono recentemente sui maggiori quotidiani sono: il prezzo del petrolio a 20 dollari è una notizia a cui credono in parecchi ed anche che il rischio di default dell’Arabia sia più alto di quello del Portogallo. Ed ancora che il prezzo del petrolio in caduta libera “sconvolge l’industria” ed un produttore Usa su tre sia a rischio di bancarotta.

Come detto, la crisi del petrolio è iniziata verso la fine del 2014 ma, praticamente, è cominciata molto prima. Come per la maggior parte delle materie prime, il valore del petrolio è in balìa della domanda e dell’offerta. Quando l’offerta è bassa e la domanda è alta, il petrolio sale di prezzo. Mentre quando le forniture sono alte e la domanda è bassa, il prezzo del petrolio subisce un ribasso.

Nel corso recente degli anni ci sono stati parecchi sviluppi nella ricerca di nuove fonti di produzione di Crude Oil. Gli Stati Uniti ed anche altri Paesi hanno cominciato a produrre petrolio dagli scisti, mentre il Canada ha approfittato delle sabbie petrolifere e le altre nazioni hanno aumentato la loro produzione. Il risultato è stato che tutto il Mondo stava producendo molto più petrolio di quanto non ne stesse usando e, quindi, l’eccesso di produzione provocò un tracollo del prezzo del petrolio.

L’Arabia Saudita, il più grande produttore di petrolio al Mondo, quando le forniture di petrolio crebbero in modo fuori controllo, ridusse la produzione e questo per livellare “domanda ed offerta”: ma in tempo recente l’Arabia Saudita non segue più questa linea, e la caduta del prezzo del petrolio è quindi ripresa e continua.

In pratica, il prezzo petrolio è in calo ed è assai probabile che continui. I traders di opzioni binarie dovrebbero considerare l’opportunità di opzioni PUT a lungo termine. Anche nel Forex la discesa del prezzo potrebbe essere un orizzonte valido di operatività. Inoltre, si potrebbe anche guardare alle attività che sono correlate al petrolio.

Sembrerebbe confermato il taglio a 1,2 milioni di barili a partire dal gennaio 2017, e l’effetto sarà che si andrà ad abbassare la produzione a 32,5 milioni di barili al giorno. Con una crisi petrolifera in atto, Exxon Mobil, molto probabilmente, continuerà il trend al ribasso raddoppiando così le possibilità di guadagni per coloro che fossero pronti ad approfittare delle tendenze.