RSI: investire in opzioni binarie 60″

RSI è un oscillatore che presente due fasi: iper-comprato, la cui fase è posta a quota 80 ed indica che le quotazioni, a breve, potranno subire una discesa. Iper-venduto, la cui fase è posta a quota 20 ed indica che le quotazioni, a breve, potranno subire una ripresa. Approfittare dell’RSI è molto conveniente e si possono gestire ottimi e proficui investimenti in opzioni binarie con scadenza giornaliera o settimanale.

Le opzioni binarie veloci richiedono capacità immediate, a “sesto senso” e ad occhio che però, “fanno a cazzotti” con il settore finanziario che, invece, richiede analisi tecnica per non cadere nel “baratro delle perdite”. Il mercato ad occhio non esiste, ma nelle opzioni binarie 60 secondi esistono alcuni vantaggi inequivocabili.

Percentuale di guadagno/tempo: si aggira attorno al 70% del capitale investito, ma il tempo per ottenere questo guadagno è brevissimo, di soli 60 secondi. Volatilità: per alcune coppie di valuta anche in time frame brevi si assiste a varianti di prezzo oltre modo significative e questo rende possibile sfruttare questo mercato, sopratutto il mattino. Rapporto rischio/rendimento: risulta essere il migliore poiché, se si utilizza una diversificazione dell’investimento adeguata, si può ottenere un guadagno costante nel tempo.

A questo punto, come usare l’RSI? Chi frequenta un poco il mondo finanziario sa che RSI da informazioni inerenti le zone di iper-comprato e di iper-venduto del prezzo, informazioni che risultano essere preziose in time frame così brevi. Trattandosi appunto di time frame brevi si può investire seguendo esattamente le zone di iper-comprato ed iper-venduto del prezzo così:

Comprare opzioni Put: quando il prezzo tocca la fase di iper-comprato

Comprare opzioni Call: quando il prezzo tocca la fase di iper-venduto

Naturalmente, in time frame così brevi, l’indicatore potrebbe dare molti falsi segnali che però possono essere ovviati grazie ad una gestione molto attenta del capitale da investire.