Strategia Red Double per opzioni binarie

La strategia Red Double per opzioni binarie è suggerita e consigliata da molti siti che, in ogni caso, la inseriscono nel loro elenco di disponibilità. Qui, si vorrebbe mostrare come questa strategia Red Double non sia una vera e propria strategia di trading, bensì contenga una serie dubbia di informazioni provenienti probabilmente da trader sicuramente non professionisti o, comunque, da soggetti che operano “superficialmente” sui mercati.

Si sottolinea che la strategia Red Double non funziona a lungo termine, e si tratta di una strategia altamente rischiosa che potrebbe causare, se applicata, perdite rilevanti: quindi, ora, si vuole evidenziare in cosa consiste questa strategia Red Double e spiegare perché sia così rischiosa.

Questa NON strategia si basa su un banale concetto che se vi sono due candele rosse in fila, allora bsogna investire al ribasso. Già proprio così: la strategia Red Double non utilizza altri strumenti dell’analisi tecnica come indicatori od oscillatori per ottenere maggiori informazioni dai mercati. Si basa soltanto sulla concezione che se vi sono due candele rosse, una dopo l’altra, ovviamente con il grafico a candele giapponesi, allora si dovrebbe investire al ribasso con un’opzione put.

Esistono, quindi, siti che consigliano di investire seguendo questi suggerimenti “strategici” ed in questi casi, il time frame dell’operazione, ovvero per i neofiti la scadenza da scegliere per l’opzione binarie, viene impostato scegliendo lo stesso timeframe del grafico che si sta usando. Se si usa quello a 15 minuti allora dopo due candele rosse si deve investire con un’opzione binaria put con scadenza 15 minuti, ovvero alla fine della candela successiva alle due rosse.

Se si opera su di un grafico 1h con EUR/USD come asset, si troveranno con frecce versi le operazione che sarebbero andate a buon fine; in rosso invece si troveranno le operazioni che sarebbero state eventualmente delle perdite.