Strategia semi-conservativa per opzioni binarie

La possibilità di operare a breve scadenza, quindi, con più negoziazioni nell’arco della giornata, è una delle caratteristiche più apprezzate dagli investitori in opzioni binarie. Naturalmente, questo tipo di trading è più rischioso rispetto alle negoziazioni a lungo termine, ma può comunque essere adatto anche ai neofiti che sappiano scegliere le giuste tattiche: si vuole parlare della strategia semi-conservativa che consente sino a sei operazioni quotidiane ed ha come obbiettivo principale ridurre i rischi e creare un rendimento costante nel tempo.

E come si può intraprendere una strategia semi-conservativa per investire in opzioni binarie? Per questa strategia semi-conservativa si deve utilizzare un livello di proiezione di Fibonacci impostato a 127 e 161.8  e non si deve mai operare oltre i sei minuti dalla scadenza. Sarà anche utile aggiungere le Bande di Bolliger.

Per iniziare, bisognerebbe disegnare un ritracciamento di Fibonacci tra i primi due picchi: se il secondo punto è superiore al primo, la tendenza è al rialzo, se è inferiore è al ribasso. Le regole di entrata sul mercato sono praticamente tre:

Il valore deve rientrare nel livello 8

Il prezzo deve raggiungere il livello di proiezione Fibonacci 127

Il prezzo deve trovarsi all’interno della zona rossa.

L’unica differenza con la strategia conservativa, è nella percentuale dei profitti che crescerà in modo assai più rapido. La strategia semi-conservativa viene consderata uno dei primi “scalini” che un trader deve affrontare e scalare per imparare a conoscere i movimenti del mercato, senza rischiare troppo.

Quindi, con la strategia semi-conservativa non si corrono assolutamente tanti rischi, però, si sa che quando si entra nel campo finanziario “tutto può accadere”. Impariamo di conseguenza bene questa strategia perché sarà utile sotto tanti aspetti e con tanti altri strumenti, ed anche a studiare i grafici in generale che sono di supporto assoluto per ogni trader che si rispetti!