Fare trading con 100 euro si può?

Un buon “money management” è lo strumento indispensabile per fare trading con 100 euro: anche se l’importo è limitato se non si mettono in atto strumenti intelligenti può risultare un investimento rischioso “nel suo piccolo”. Alcuni broker consentono di fare trading con 100 euro grazie alla leva finanziaria che aumenta notevolmente i profitti: però, purtroppo, aumenta anche le perdite.

Quali sono le regole da seguire se si vuole fare trading con 100 euro in modo efficiente? É necessario servirsi della leva finanziaria ed utilizzare i CFD poiché questi replicano l’andamento del valore sottostante che può essere una coppia di valuta, una materia prima od un titolo azionario.

Ora, si deve passare alla prima regola da seguire nel caso in cui si volesse fare trading con 100 euro: la dimensione della posizione. Un investimento molto piccolo rispetto alla liquidità dei mercati finanziari, quindi, bisogna fare attenzione a quanto utilizzare per ogni singola operazione. L’errore più comune in cui si può incorrere, sopratutto da parte dei trader neofiti che vogliono fare trading con 100 euro, è quello di investire tutto in una singola operazione.

Sebbene in caso di performance positiva i guadagni potrebbero essere maggiori, il rischio che il capitale si esaurisca velocemente è molto alto, poiché anche le perdite sono maggiori per effetto della leva finanziaria: dunque se il valore dell’asset scelto dovesse andare nella direzione opposta a quella prevista, il rischio sarebbe enorme. Il consiglio è di dosare gli investimenti usando per esempio 30 o 50 euro: questo farà vivere il trading in modo più sereno.

La fretta e l’ansia finanziaria giocano brutti scherzi: comprensibile che il trader voglia guadagnare velocemente non considerando la base di partenza molto ristretta: ma fare trading con 100 euro e guadagnare 10 o 20 euro rappresenta il 10% od il 20% del proprio capitale. Sono percentuali assolutamente non indifferenti.